UNA LEO DISATTENTA CADE SOTTO I COLPI DI UN BUON VILLORBA

Massimo risultato col minimo sforzo per i veneti che escono con i tre punti dal PalaConi grazie ai troppi errori commessi dalla Leo. Una gara attenta, ordinata e intelligente quella degli ospiti, ai quali è bastato sfruttare le forzature e gli errori della squadra di mister Petruso dopo aver concluso il primo tempo col vantaggio di 0-1.
Mister Petruso schiera dal primo minuto Erbí fra i pali accompagnato da Negro, Panucci, Dulcis e Deivison mentre il tecnico De Martin risponde con Verdicchio, Kokorovic, Vailati, Hasaj e Del Gaudio. La prima parte è una fase di studio fra le due squadre che non si sbilanciano troppo ma riescono comunque ad impensierire la difesa avversaria. Al minuto 13’24” sono gli ospiti a passare avanti grazie alla rete di Hasaj che recupera palla su Panucci e la cede a Kokorovic che è lucido nel rendergliela vedendo in uscita l’estremo difensore locale, permettendogli di trovare la rete. Dopo il gol subito la squadra di casa entra un po’ in confusione ma riesce comunque a portare il parziale fino alla fine della prima frazione con la speranza di schiarirsi le idee negli spogliatoi. Purtroppo, così non è: al rientro in campo partono male gli arancioneri che subiscono nei primi tre minuti della seconda parte due gol, prima va a segno Del Gaudio e poi Mazzon, entrambi in ripartenza.
Nel momento peggiore dei padroni di casa Dos Santos, ben servito da Dulcis al secondo palo, accorcia le distanze e riaccende le speranze locali. In seguito la gara attraversa un periodo di stallo, la Leo non forza e cerca di restare in partita, non permettendo agli ospiti di incrementare il divario. A metà del secondo tempo Panucci trova poi il 2-3 grazie ad una fortunosa deviazione che spiazza il portiere veneto ma Mazzon neanche due minuti più tardi ristabilisce le distanze firmando il 4-2. Petruso, a sei minuti dal termine, opta per il portiere di movimento. Un errore in fase di impostazione col quinto uomo consente però al Villorba di trovare la quinta rete e chiudere virtualmente la gara. Podda e compagni provano comunque a giocarsela fino alla fine e due errori del portiere ospite premiano la caparbia dei padroni di casa che risalgono fino al 4-5 grazie a due conclusioni dalla distanza di Dulcis e Negro. Gli errori purtroppo per la Leo però non sono finiti e un altro sbaglio in fase di uscita dal pressing col portiere di movimento concede a Kokorovic di trovare la doppietta personale e il nuovo +2 a Del Piero e soci. A un minuto e mezzo dalla fine la squadra di casa avrebbe anche la possibilità di riaprire ancora una volta la gara ma Podda e Dulcis non trovano la via del gol e a pochi secondi dalla fine Del Gaudio chiude le pratiche siglando il definitivo 4-7.