SCONFITTA IN CASA CONTRO MILANO

La squadra di Petruso ha cominciato il match con Negro, Santos, Podda (con la fascia di capitano) e Panucci. Difesa dei pali affidata a Erbì.

Parte forte Milano che pressa alto mettendo in difficoltà i cagliaritani che nei primi minuti non riescono a trovare spazi e tranquillità nelle giocate.
Al 3’ Erbì para su iniziativa di Gargantini, e chiude ancora sullo stesso numero 5 che si era liberato al tiro.
Brivido al 4’ con Vitor Renoldi che ruba palla nell’area di rigore, appoggia dolcemente in rete, ma per fortuna della Leo la sfera lambisce il palo. Erbì ancora in evidenza su tiro da fuori di Renoldi.
Al 4’ primo timido tentativo della Leo con Panucci da fuori, tiro debole che si spegne sul fondo. Ancora Erbì attento sul tiro del capitano ospite.
Il quinto è il minuto del vantaggio dei meneghini: triangolazione vincente Gargantini-Renoldi che taglia in due la difesa Leo con stoccata finale di Renoldi.
Milano ancora pericolosa al 7’ con due tiri dalla distanza che vengono intercettati da Erbì. All’8’ errore difensivo di Billai, la difesa Leo sventa in extremis. Ancora Erbì in evidenza in più occasioni.
Metà del primo tempo e i ragazzi di Petruso trovano coraggio e spazi per avvicinarsi alla porta ospite. Sale in cattedra Dulcis che al 12’ si libera bene ma viene stoppato sul tiro. Ancora Dulcis ottiene palla in posizione centrale e scarica il tiro, poco fuori. Qualche secondo dopo, sempre Dulcis alla conclusione, ma nulla di fatto.
Al 13’ tocca a Podda liberare il tiro su invito di Panucci: il giovane capitano si coordina bene, ma la stoccata colpisce nel volto del portiere avversario.
Al 16’ si fa notare Ugas, partita di grande intensità la sua, vicino al gol da posizione estremamente decentrata.
Il pareggio è nell’aria e arriva, sempre al 16′: Dulcis, ben servito da Dos Santos, trova l’angolino magico e infila 1-1.
Al 18’ Erbì sradica dai piedi di Gargantini una palla pericolosissima, dopo una ripartenza nata da un passaggio di Dos Santos. A 30’ ripartenza di Erbì ma né PoddaPanucci riescono a trovare lo spazio per concludere a rete.

Nella ripresa si comincia con una grande occasione per Podda che da posizione defilata tira, parata portiere. E’ una Leo diversa, che crede nelle sue possibilità, quella che si ripresenta davanti ai tifosi del Palaconi. Ancora un’occasione nei piedi di Podda, e grande attenzione difensiva.
All’ 8’ nel momento migliore della Leo, iniziativa di Migliano che supera di suola Erbì e insacca per il 2-1.
Al 9’ Ugas ben lanciato da Billai incrocia e tira, parata del portiere. Milano però riprende le redini, e va vicino al terzo gol con Migliano al secondo palo, che per fortuna non trova deviazione.
All’ 11’ bel coast to coast di Erbì con palla al piede, trova lo spazio e al momento del tiro viene bloccato da Migliano con un fallo da dietro (ammonizione per il giocatore del Milano). Ancora vicino al gol la squadra di Sau con Renoldi che viene bloccato sui piedi da Erbì.
A -4 dalla fine Petruso schiera il portiere movimento (Dos Santos) ed è subito occasione per la Leo. Una ripartenza però permette a Renoldi di trovare il 3-1 al 18’, mettendo una seria ipoteca sul risultato finale. La Leo ha la possibilità ancora di riaprire la gara con un rigore di Dos Santos, ma il portiere sventa.
Nulla da fare per gli arancioneri, ancora sconfitta e la classifica resta stagnante.