Non basta una buona Leo: l’L84 vince 7-3.

Ancora troppi errori: la Leo cede 3-7 ad un’ottima L84.


Nonostante un atteggiamento migliore proposto rispetto alle scorse partite la Leo deve arrendersi a Turello (tripletta per lui) e compagni, non bastano i sigilli di Dos Santos e Podda e il primo gol in campionato di Dulcis.
I ragazzi di mister Petruso partono bene e si rendono più volte pericolosi ma dopo sette minuti di gara un’invenzione di Murilo Rodrigues porta in vantaggio i padroni di casa. La Leo non cambia atteggiamento e sfiora pochi minuti dopo il pareggio con Panucci che si mette in proprio ma sbaglia nell’esecuzione davanti all’estremo difensore Siqueira. Gol sbagliato – gol subito: nell’azione successiva Murilo si trasforma anche in assistman e serve una palla perfetta a Rosano che in allungo batte Erbi. Passano due minuti e la L84 va ancora a segno, stavolta è Turello a superare Erbi sfruttando un’imbucata al secondo palo di De Lima e mettendo per la prima volta la sua firma nella gara. Nel suo momento peggiore la Leo riesce però a trovare le forze per tornare a galla e con Dos Santos trova il 3-1 col quale si va a riposo. Al rientro in campo sono i locali a partire meglio e riallungano subito le distanze con uno schema di calcio d’angolo concretizzato da Tambani; mister Petruso schiera subito il portiere di movimento ma i gli arancioneri non sono lucidi e su un errore in fase d’impostazione subiscono immediatamente anche il 5-1. Gli arancioneri comunque non mollano e rimangono aggrappati alla partita, riuscendo a risalire nel punteggio prima con Podda e poi con Dulcis: 5-3. Nei minuti successivi Podda avrebbe anche l’occasione di riaprire maggiormente la gara ma a tu per tu con Siqueira spara alto e nell’azione successiva i padroni di casa puniscono nuovamente con Turello chiudendo virtualmente la gara. Nei minuti che portano al suono della sirena c’è ancora gloria per il numero 12 verdenero che trova il terzo gol personale e regala tre punti ai torinesi, 7-3 il finale.